Search
  • Redazione

Anche Etiquette Italy partecipa al Digital Detox Day


Il 1° luglio è la giornata per depurarsi dalle tecnologie e dalle connessioni compulsive. L’idea lanciata da Studio Ella, è stata immediatamente accolta da tutto lo staff di Etiquette Italy, da sempre impegnato a promuovere la cultura del benessere nell'ambiente lavorativo anche attraverso il percorso formativo "Galateo e Benessere".

Lo smartphone sul comodino, l’ultimo sguardo allo schermo prima di dormire e il primo su cui guardare al risveglio, anche solo per spegnere la sveglia. Siamo immersi nelle connessioni, sempre reperibili, continuamente distratti da quelle vibrazioni nelle borse o nelle tasche, dall’ultimo messaggio su WhatsApp a cui rispondere, dalle notifiche di Facebook da controllare, dal wifi da captare, senza sosta. C’è bisogno di una depurazione dalla tecnologia compulsiva. E se andare in vacanza significa staccare la spina, può essere anche un’occasione per staccarsi dai dispositivi elettronici e godersi la giornata nella sua naturalezza. Per questo, il 1° luglio 2018 torna il Digital Detox Day, la giornata ideata da Carla Soffritti di Studio Ella per disintossicarsi dagli schermi e sperimentare la bellezza e la pace di non essere connessi. Basta dotarsi di una scatola (la Digital Detox Box) e chiedere ai propri collaboratori di riporvi il proprio dispositivo per qualche ora, concentrandosi sui rapporti con le persone che si incontrano, sui colori, profumi, suoni che ci circondano, senza l’interferenza di una fotocamera o di un messaggio da inviare. Anche quest’anno, l’invito al Digital Detox Day è esteso a tutti coloro che vogliono provare la dimensione di una giornata priva di tecnologie. D’altronde, diversi studi scientifici evidenziano come l’uso smisurato di tablet, smartphone e schermi sia causa problemi alla salute fisica e psichica, dalla vista offuscata all’irritazione agli occhi, dal dolore al collo, alla schiena e alla testa per la postura, fino ad arrivare a depressione e infertilità.

Buon Digital Detox Day a tutti!

Più info: Ella Studio

© Francesca Cavalca