Search
  • Simona Artanidi, fondatrice Etiquette Italy

Gli auguri di Buone Feste della nostra fondatrice - L'arte di Ringraziare


Ci siamo: Natale è ormai alle porte e già nell'aria si respira l'odore della festa, di quella atmosfera particolare che con il pensiero a volte ci capita di cercare durante l'anno... Molte persone in questo periodo si dedicano ai regali, all'organizzazione di convivi e ai festeggiamenti sia in azienda che in famiglia. Credo sia importante anche cogliere l'occasione per rallentare il ritmo e per regalare un po' più di attenzione alle persone care e/o importanti. Il Bon Ton infatti è questo: incaricarsi della felicità dell'altro, far star bene il prossimo e agire con educazione e cortesia. Possiamo esercitare tutto questo attraverso l'arte di ringraziare, una pratica che sembra quasi in via di estinzione, e sfruttare le festività per metterla in pratica. Sei sicuro di restituire in maniera corretta l'attenzione e il tempo che gli altri ti dedicano? Anche se dalla vecchia Europa quando si parla dell'America sorridiamo in materia di buone maniere, bisogna riconoscere a quest'ultima di avere elevato il semplice concetto del ringraziamento ad una vera e propria arte. Non c'è bisogno di essere Amy Vanderbilt o Peggy Post, i due grandi mostri sacri del galateo d'oltre oceano, per avere la sensibilità di mandare un biglietto di ringraziamento dopo un invito a cena, l’arrivo di un regalo di Natale o di una lettera di auguri. Al di la del periodo festoso, esistono tuttavia svariate situazioni in cui una “thank you note” come la chiamano gli americani, diventa qualcosa di più di un formale atto di routine e può costituire un importante strumento di successo nel business e nelle relazioni interpersonali. Un serio professionista infatti manda una nota di ringraziamento al cliente dopo la prima visita ed ogni qualvolta raccomandi i suoi servizi ad un amico o ad un conoscente. Così fa il commesso di un negozio di lusso inviando al nuovo cliente un biglietto su carta intestata dove esprime la gratitudine di aver preferito il proprio negozio alla concorrenza. Non è inconsueto mandare un biglietto di ringraziamento anche dopo un colloquio di lavoro: non solo ricorda al nuovo potenziale “boss” che esistiamo, ma accennando al nostro entusiasmo e all’apprezzamento per il tempo dedicatoci può aiutarci per la candidatura del posto. Nelle note personali è di rigore la scrittura a mano ed è preferibile anche in certe situazioni di business. La lunghezza può variare a seconda del caso: se ringraziamo in ritardo, per esempio, la nota dovrà essere più lunga e non bisogna indugiare troppo in scuse. Tornando alle imminenti festività natalizie, se ringraziamo per un dono ricevuto dobbiamo soffermarci sui motivi che lo hanno reso gradito usando lo stesso impegno messo dall’altra persona per farcelo.

Che la dolcezza del Natale possa entrare nei vostri cuori, cari amici. Ringrazio tutti i nostri clienti per la fiducia e gli attestati di stima che rappresentano la linfa vitale per migliorarci e restituirVi il massimo della qualità e dell'eccellenza. Ringrazio anche i nostri prestigiosi partner con i quali da anni formiamo una squadra collaudatissima e le tante persone che credono nel progetto e fanno parte del nostro team. Tante novità ci aspettano nel 2020 a partire dalla apertura delle nostre attività, dopo Bologna e Verona anche a Reggio Calabria e a Trento.

Sinceri auguri da parte di tutto lo staff di Etiquette Italy e arrivederci al Nuovo Anno, sempre con un pizzico di... Etiquette!

Simona Artanidi