Search
  • Redazione Etiquette

La II Edizione del Premio Internazionale Maria Teresa di Borbone Parma e i nuovi Accademici dello


Il 12 aprile 2019 alle 18 a Casale Monferrato nel salone dell’Accademia Filarmonica lo Studium, Accademia di Casale e del Monferrato per l’Arte, la Letteratura, la Storia, le Scienze e le Varie Umanità fondato nel 1476 da Guglielmo I Paleologo, Marchese di Monferrato, ha tenuto la consueta riunione accademica annuale. L’apertura è stata tenuta dalla Principessa Maria Teresa di Borbone Parma, presidente del senato accademico e già professoressa alla Sorbona di Parigi e alla complutense di Madrid.

È seguita la relazione morale del Prorettore la Contessa Maria Loredana Pinotti degli Uberti, console di Portogallo nella Repubblica di San Marino; è seguito il Principe Maurizio Gonzaga del Vodice di Vescovato, che ha tracciato la storia dello Studium dalla nascita alla sua evoluzione durante il governo paleologo e gonzagheso. Poi, giunto da Andorra il dr. Roger Rossell, senatore accademico per i rapporti internazionali, ha raccontato degli accordi internazionali stipulati nell’anno accademico 2017-2018.

Al termine si è proceduto alla consegna della II Edizione del Premio Internazionale Maria Teresa di Borbone Parma, che quest’anno è stato assegnato al Prof. Mohamed Salmawy, che è una figura di spicco della scena culturale araba; autore di trenta libri, opere letterarie, giornalistiche e politiche tra cui dodici composizioni teatrali (la pièce “Les Chaînes” è stata presentata al Trianon di Parigi nel 1996), otto raccolte di racconti e due romanzi, tra cui “Colazione al Cairo” (“Ajnihat al-farâcha” il titolo originale del 2010), che ha predetto la rivoluzione egiziana del gennaio 2011. Salmawy è stato presidente dell’Unione degli Scrittori d’Egitto, segretario generale dell’Unione degli Scrittori Arabi, presidente dell’Unione degli Scrittori di Africa, Asia e America Latina. Ha fondato il quotidiano in lingua francese “Al- Ahram Hebdo” nel 1994, rimanendone primo redattore fino al 2010. È anche il redattore capo del quotidiano indipendente “Al-Masry Al-Youm” (2014) ed è stato direttore editoriale di “Al-Ahram Weekly” (1991-1994). Le sue opere sono tradotte in diverse lingue e in particolare, per il francese, edite da J. C. Lattès, Archipel-Écriture, Orients Éditions et l’Harmattan. Dopo la rivoluzione del 2011, è stato membro del Consiglio degli Anziani incaricati di redigere la nuova costituzione egiziana, ed è stato eletto portavoce della Commissione.

Infine sono entrati a far parte dello Studium personaggi provenienti da tutto il mondo.

Come di consueto all’evento hanno partecipato discendenti di antiche dinastie giunti a Casale Monferrato per il famoso Ballo dei 100 e non più 100 quali i principi e principesse: S.A.R. la principessa reale Maria Pia di Savoia, principessa vedova di Parma, figlia dell’ultimo re Umberto II; S.A.R. la principessa Maria Teresa di Borbone Parma, S.A.R. don Duarte di Braganza, Capo della Real Casa di Parma, S.A.R. il principe ereditario Leka II Zogu, Capo della Real Casa degli Albanesi, con la moglie S.A.R: la principessa ereditaria Elia Zogu, S.A.I.R l’arciduca Josef Karl von Habsburg, Capitano Generale del Vitezi Rend, Presidente di Famiglie Storiche d’Europa con S.A.I.R. l’arciduchessa Priscilla, Principessa d’Ugheria, S.A.R. il Mawana Yuhi VI, Capo della Real Casa del Rwanda, S.A.R. la principessa Luciana Hassan d’Afghanistan con la figlia S.A.R. la principessa Mahera; unitamente a personaggi di spicco della nobiltà come il duca Diego de Vargas-Machuca, Presidente di Famiglie Storiche d’Italia, il principe Landolfo Ambrogio Caracciolo di Melissano, vice presidente di Famiglie Storiche d’Italia accompagnato dalla moglie la principessa Fabiana che opera a Napoli per le attività dell’Ordine di Malta; il conte de Toulouse Lautrec; la marchesa Monica Staglieno, la baronessa Antonella Calefati di Canalotti.